(Grand)Angolo delle ispirazioni – Paesaggi – Settimana 50/2017

31

Che siate accaniti viaggiatori o semplici turisti, sicuramente vi sarete spesso lasciati incantare da un bellissimo paesaggio di fronte a voi e sicuramente lo avrete immortalato con una macchina fotografica.

È per questo che uno dei generi più diffusi (ed abusati) è sicuramente quello della fotografia paesaggistica.

Non c’è fotografo al mondo, dall’amatore al professionista che, per un certo periodo della sua vita, non abbia dedicato del tempo allo studio e sviluppo di tecniche per fare foto di paesaggi naturali.

Serve un’atrezzatura particolare o la conoscenza di tecniche specifiche per poter riuscire a far buone foto paesaggistiche?

La risposta è no, ma sicuramente ci sono alcuni piccoli consigli che ora vediamo.

Diaframma chiuso:

uno dei più importanti consigli nella fotografia paesaggistica è quello di lavorare con la massima profondità di campo possibile per poter avere a fuoco tutti i vari piani dell’inquadratura. Per ottenere una profondità di campo lunga dovete chiudere il diaframma il più possibile, impostando l’apertura almeno a F/11, meglio ancora F/16 o oltre.

Treppiede:

nella fotografia paesaggistica un buon treppiede è fondamentale. A volte vi ritroverete in condizioni di luce scarsa che vi obbligherà a tenere tempi di esposizione abbastanza lunghi e a mano libera non ce la farete mai! Anche se la luce sarà buona, il diaframma chiuso per avere tutto a fuoco vi farà comunque abbassare il tempo d’esposizione e di nuovo avrete bisogno di un treppiede per portare a casa un buon scatto.

Regola dei terzi:

se state fotografando un paesaggio con la linea dell’orizzonte mi raccomando controllate che sia dritta! Un orizzonte storto darà l’idea della perdita di equilibrio. Inoltre cercate di seguire la regola dei terzi (ripassate la lezione del corso di fotografia dove ne parlo) mettendo la linea dell’orizzonte a 1/3 o 2/3 dell’inquadratura, mai in mezzo!

Grandangolo:

per poter inquadrare più paesaggio possibile vi consiglio di usare un grandangolo che abbia una lunghezza focale NON oltre i 35mm.

Filtri:

nella fotografia paesaggistica l’utilizzo dei filtri è un qualcosa di quasi imprescindibile, sia per allungare i tempi di esposizione sia per eliminare i riflessi. È questo il motivo per cui i filtri più utilizzati nella paesaggistica sono i cosiddetti ND ed i polarizzatori. Anche di questi ne ho parlato per un’intera lezione nel corso.

Ecco quindi che per questa prima settimana 40/2017 della nuova rubrica del (GRAND)Angolo delle ispirazioni fotografiche vi propongo 10 fotografie paesaggistiche da cui trarre massima ispirazione per i vostri prossimi scatti (o prossimi viaggi). Buona luce a tutti!!!

Out Of The Blue by Paul Zizka on 500px.com

 

Midnight Sun in Lofoten by Michael Libis on 500px.com

 

The Glowing Tunnel by Daniel F. on 500px.com

 

Golden Cloud by Stefan Thaler on 500px.com

 

return to port by Jason Oh on 500px.com

 

A place beneath the pines... by Jason Charles Hill on 500px.com

 

ABC by Nicholas Roemmelt on 500px.com

 

Chapel Saint Barbara by ⭐ Kristijan Jesenovic ⭐ on 500px.com

 

Iceland by Iurie Belegurschi on 500px.com

 

Sky Fire and Black Ice by Mel Sinclair on 500px.com

 

© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here