I finalisti del Sony World Photography Awards 2018. Spiccano gli italiani!

50

Sony World Photography Awards 2018

Il celebre concorso fotografico Sony World Photography Awards 2018 è arrivato alla sua 11° edizione, l’edizione dei record!

All’organizzazione del Sony World Photography Awards 2018 sono pervenute 320.000 immagini da oltre 200 diversi paesi nel mondo, non si era MAI vista una partecipazione così elevata. Una cifra mai raggiunta sino ad ora che è aumentata del 40% rispetto all’edizione del 2017.

La giuria, con incredibile difficoltà vista l’eevata qualità delle immagini ricevute, ha selezionato i finalisti che si contenderanno il prestigioso e ambito premio da 25.000 dollari del Sony World Photography Awards 2018. Premio che comunque è “relativo” rispetto all’immensa visibilità che il fotografo vincitore avrà in tutto il mondo!

Tra i finalisti del Sony World Photography Awards 2018 ben 17 sono fotografi italiani, la seconda nazione al mondo ad aver più finalisti in questo prestigioso concorso.

I vincitori dei Sony World Photography Awards 2018 verranno annunciati il 19 aprile a Londra in una cerimonia di premiazione, mentre tutte le immagini scattate dai partecipanti al concorso saranno esposte all’interno di una mostra dedicata presso la Somerset House di Londra.

Quest’ultima mostra sarà aperta al pubblico dal 20 aprile al 6 maggio e, con l’occasione, sarà allestita una sezione dedicata ad alcune opere selezionate del vincitore del premio Outstanding Contribution to Photography. Per maggiori informazioni e per l’acquisto dei biglietti è possibile visitare il sito ufficiale.

Qua sotto potete vedere TUTTE le foto dei nostri connazionali arrivati in finale del Sony World Photography Awards 2018. Auguri a tutti voi!

Sony World Photography Awards 2018
Matteo Armellini, Roma. Concorso Professional, categoria Sport. Con la serie All Blinds, il fotografo ha seguito una squadra di baseball per ciechi che è riuscita ad accedere alla finale del campionato italiano
Sony World Photography Awards 2018
Matteo Canestraro, Roma. Concorso Professional, categoria Architettura. Una serie dedicata alla Basilica di Siponto, a Manfredonia in Puglia, disegnata da Edoardo Tresoldi e costruita con rete metallica
Sony World Photography Awards 2018
Eduardo Castaldo, Napoli. Concorso Professional, categoria Fotografia Creativa. Con la serie Check Point 300, (in)human borders il fotografo ha voluto rappresentare le condizioni disumane affrontate dai lavoratori palestinesi mentre attraversano il confine per andare a lavorare a Gerusalemme
Sony World Photography Awards 2018
Gianmaria Gava, Vienna, Austria. Concorso Professional, categoria Architettura. Il progetto Buildings è una ricerca sulle forme archetipiche dell’architettura
Sony World Photography Awards 2018
Antonio Gibotta, Napoli. Concorso Professional, categoria Discovery. La serie Els Enfarinat racconta la “Floured’s war”, la “Battaglia degli infarinati”, un festival che si svolge ogni 28 dicembre nella città di Ibi, ad Alicante in Spagna, in cui due squadre combattono a suon di uova, farina, acqua.
Sony World Photography Awards 2018
Claudia Gori, prato. Concorso Professional, categoria Storia contemporanea. La fotografa ha presentato The Sentinels: electrosensitive people in Italy, un progetto sulle persone che soffrono di elettrosensibilità, una ipersensibilità alle onde elettromagnetiche alte e basse che provoca vari disturbi
Sony World Photography Awards 2018
Luca Locatelli, Milano. Concorso Professional, categoria Paesaggio. Il fotografo ha presentato la serie White gold sulle maestose cave di marmo delle Alpi Apuane, un universo autonomo di bianco, contemporaneamente industriale e naturale
Sony World Photography Awards 2018
Stefano Morelli, Viareggio. Concorso Professional, categoria Storia contemporanea. Il progetto fotografico Suspension racconta della popolazione armena a Yerevan, dove si trova la centrale nucleare abbandonata, considerata una delle più pericolose al mondo e di come vivono sospesi fra povertà e sopravvivenza, fra la vita e la morte
Sony World Photography Awards 2018
Roselena Ramistella, Palermo. Concorso Professional, categoria Natura e animali selvatici. Il progetto Deep Land è un viaggio a dorso di mulo attraverso le antiche mulattiere sui monti Nebrodi, attraverso le Madonie e i Peloritani, che fanno parte dell’Appennino siculo. Un doppia ricerca sulla scoperta di comunità locali che vivono in aree remote e il tracciamento di una mappa delle mulattiere rimaste
Sony World Photography Awards 2018
Caterina Bruzzone, Genova. Concorso Open , categoria Architettura. Valencia, Città della Scienza e delle Arti
Sony World Photography Awards 2018
Placido Faranda, Massagno, Svizzera. Concorso Open, categoria Paesaggio e Natura. Scala dei Turchi, Realmonte, Agrigento, Sicilia.
Sony World Photography Awards 2018
Michele Fornaciari, Reggio Emilia. Concorso Open, categoria Street Photography. Un matrimonio in un pomeriggio fiorentino
Sony World Photography Awards 2018
Marco Gaiotti, Genova. Concorso Open, categoria Animali selvatici. Un orango di Sumatra fotografato nel Gunung Leuser National Park nel nord della Sumatra
Sony World Photography Awards 2018
Valentina Morrone, Wetzikon, Svizzera. Concorso Open, categoria Ritratto. Ritratto in studio del modello O’Neil Bürgi durante una sessione di bodypainting
Sony World Photography Awards 2018
Irene Sollecchia, Roma. Concorso Open, categoria Street photography. Bolle di sapone con il fumo all’interno in via Roma a Torino
Sony World Photography Awards 2018
Lorenzo Tugnoli, Beirut, Libano. Concorso Open, categoria Cultura. Foto di Catherine, una residente di Nabaa che afferma di avere visioni di Santa Maria e di San Charbel
Sony World Photography Awards 2018
Melanie Zobel. Concorso Giovani dal tema “Il tuo ambiente”. Una foto scattata a casa di un amico
© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here