Rob Whitworth e lo spettacolare flow motion della cattedrale di Norwich

141

Rob Whitworth ha creato alcuni dei più spettacolari e conosciuti timelapse su internet usando sempre la “sua” tecnica del “flow motion”.

Il suo primo timelapse in flow motion di Dubai ha avuto milioni di visualizzazioni. Per questo motivo, Rob non si è voluto fermare e pochi giorni fa ha presentato il suo nuovo timelapse in flow motion.

Questa volta però, l’artista si è voluto soffermare su un soggetto più piccolo di una città. Il suo nuovo video ha come soggetto principale la cattedrale di Norwich in Inghilterra.

Norwich è la capitale della contea del Norkfolk ed è una delle città più importanti dell’Inghilterra orientale. La sua cattedrale fu costruita nel 1096 sul sito di due precedenti chiese. L’attuale guglia, dopo alcune ricostruzioni risale al 1840. Attualmente, tale cattedrale è inserita tra la lista dei siti riconosciuti dall’Unesco come patrimonio dell’umanità.

flow motion“Questo video è probabilmente il primo flow motion al mondo con una cattedrale come soggetto principale e di questo ne sono molto fiero” dice Rob Whitworth.

“E’ stato meraviglioso esplorare tutte le stanze segrete della cattedrale, riservate a pochissimi, durante le riprese di questo flow motion. Sono estremamente soddisfatto del risultato finale e certamente non mi fermerò qua” termina Rob.

Posso confermare che questo timelapse è stabiliante, mi piacerebbe saperne di più su questa tecnica, in particolare sui modo in cui vengono gestire le varie transizioni tra le fotografie. Sembra veramente surreale e non riesco a capacitarmi di come si possa ottenere un effetto così particolare con delle “semplici” fotografie montate in sequenza.

Qualcuno di voi ha qualche esperienza da raccontarmi a riguardo? Scrivetemelo nei commenti qua sotto.

Save

© Riproduzione riservata

1 commento

  1. Io suppongo che in alcuni momenti vengano effettuati anche dei video (vedi le bimbe), quindi è un mix tra classico time-lapse e ripresa video. Poi metterà in campo tutte le tecniche per far si che il video sia il più simile ad un time-lapse. L’alternativa credo sia di effettuare una raffica di foto continua (ma sotto il secondo) durante a la ripresa per dar vita a quel “flow”…

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here