Fotografare sotto la pioggia. Alcuni consigli per divertirvi con il brutto tempo

1332

Fotografare sotto la pioggiaIn questi giorni di pioggia continua ed incessante, abbiamo pensato di scrivere questo articolo per aiutarvi ad uscire comunque di casa per divertirvi a fotografare sotto la pioggia.

Fotografare sotto la pioggia? Ma siete matti? direte voi… Si sta tanto bene in casa al calduccio, per quale motivo dovrei uscire?

Ebbene si, chi ama la fotografia, sa benissimo che la pioggia e le condizioni di meteo avverse possono creare situazioni con atmosfere fantastiche e generare scatti pieni di suggestione e grande fascino.

Certo, serve qualche accorgimento in più ma in questo articolo troverete tutti i suggerimenti giusti per ottenere scatti perfetti anche sotto la pioggia.

E’ troppo facile uscire in Agosto in pieno sole e fare belle foto!!! Provate a prendere la vostra fotocamera in questo periodo autunnale con la pioggia incessante. Vi troverete di fronte a cieli grigi, luce pessima, colori morti e soggetti poco interessanti.

Proprio per questo motivo, fotografare sotto la pioggia vi farà fare un salto di qualità e tirerà fuori tutta la creatività che è in voi…a patto che seguiate i consigli che trovate qua sotto. Partiamo!!!

Trovate un modo per riparare voi e l’attrezzatura

Il primo consiglio può sembrare scontato ma la prima cosa da fare quando si esce a fotografare sotto la pioggia è quello di cercare il modo per riparare se stessi e la propria attrezzatura.

Oramai tutte (o quasi) le fotocamere in commercio sono abbastanza impermeabili e reggono bene qualche goccia di pioggia ma, in caso di temporale consistente, è sempre meglio non testare la tenuta della propria fotocamera e cercare di ripararla il più possibile.

In commercio esistono delle pratiche custodie che avvolgono interamente la vostra fotocamera lasciando un’apertura frontale (per poter fare la foto ovviamente) e una sul retro per poter infilare le mani.

Queste custodie sono veramente molto pratiche ma ovviamente in caso di temporale forte servono a poco, in questo caso sarebbe meglio l’ombrello anche se è veramente scomodo fare una fotografia con una mano impegnata a reggere l’ombrello.

Protettore Pioggia per Fotocamera - Meersee Protettore contro Pioggia Polvere Copertura Impermeabile per Fotocamere Canon, Nikon, Sony, e altre Fotocamere DSLR
93 Recensioni
Protettore Pioggia per Fotocamera - Meersee Protettore contro Pioggia Polvere Copertura Impermeabile per Fotocamere Canon, Nikon, Sony, e altre Fotocamere DSLR
  • L'impermeabile è fatto per proteggere il vostro medio e grande fotocamere DSLR da qualsiasi condizione tempo imprevista.
  • Il parapioggia è di tessuto plastico impermeabile nero e una comoda parte trasparente per vedere il display pur lasciandolo al riparo dalla pioggia.
  • Di forma triangolare, ha l'uscita per l'obbiettivo e le due "maniche" per entrar con le braccia e raggiungere la macchina.
  • In aggiunta una fascia di velcro per far aderire la parte frontale all'obbiettivo.
  • Minimo ingombro quando ripiegato. Piegato entra perfettamente nella tasca laterale del zaino, o schiacciato puo esser poggiato sopra agli obiettivi risultando spesso mezzo centimetro.

Fotografare sotto la pioggia

Usa una sensibilità ISO alta

Quando ci si cimenta a fotografare sotto la pioggia, quasi sempre le condizioni di luce sono veramente pessime.

Anche di giorno, senza luce solare e con il cielo completamente grigio (se non nero) la luce sarà sempre pochissima.

Per questo motivo, il secondo consiglio che vogliamo darvi, è quello di aumentare fin da subito la senbilità ISO della vostra fotocamera.

Piccola parentesi, se non siete pratici di sensibilità ISO e volete saperne di più vi ricordiamo che abbiamo dedicato un’intera lezione del corso di fotografia che potete rileggere a questo indirizzo.

Aumentando la sensibilità ISO vi aiuterà anche a mantenere una velocità dell’otturatore elevata in modo da evitare che le foto finali siano mosse.

Attenzione però a non esagerare con il valore ISO altrimenti rischiate di ottenere troppo “rumore” nelle immagini finali che risulteranno sgranate e brutte da vedere. Le fotocamere professionali reggono ISO molto elevati mentre le fotocamere amatoriali fanno più fatica. Un buon valore ISO per poter fotografare sotto la pioggia tranquillamente è 800.

Fotografare sotto la pioggia

Cercate di tenere un tempo di scatto veloce

La pioggia è veloce anzi, velocissima. Proprio come ogni altro soggetto in movimento, se volete catturare tutta la bellezza e l’essenza dell pioggia dovrete cercare di tenere un tempo di scatto veloce.

L’ideale sarebbe 1/250 sec. ma sarà quasi sempre impossibile usare questo tempo in quanto la luce è sempre scarsa.

Partite da questo valore e poi scendete senza però esagerare perchè oltre al 60 di secondo la foto diventerà quasi sicuramente mossa.

Cercate d’immortalare le sensazioni che la pioggia provoca nelle persone. Potreste vedere espressioni di fastidio, tristezza o anche di gioia e di stupore nei bambini. Dovete però essere veloci, altrimenti perderete l’attimo fuggente. Carpe diem!

Fotografare sotto la pioggia

Fotografare sotto la pioggia

Giocate con le luci per creare effetti speciali

Se uscite a fotografare sotto la pioggia di sera, recatevi in centro nella vostra città o in un luogo dove ci possano essere molte fonti luminose. (fari, semafori, insegne)

Queste fonti non vi serviranno per illuminare la scena e permettervi di scattare con tempi veloci ma vi serviranno come sfondo per creare dei giochi di luce “sfocata” che doneranno magia all’immagine finale.

Se userete il diaframma aperto, con conseguente profondità di campo ridotta, avrete il fuoco sul soggetto in primo piano mentre sullo sfondo le “lucine” saranno tutte soffuse, come nelle immagini qua sotto.

Fotografare sotto la pioggia

Sfruttate i riflessi

Un altro prezioso consiglio per ottenere buoni risultati nel fotografare sotto la pioggia è sicuramente quello di cercare dei riflessi.

La pioggia crea pozzanghere per terra, sfruttatele cercando di capovolgere il mondo e di dare un tocco di originalità alle vostre immagini.

Non sarà sicuramente facile mettere a fuoco un soggetto riflesso all’interno di una pozzanghera ma con un attimo di pratica vedrete che otterrete ottimi risultati.

Attendete la fine del temporale per una luce fiabesca e occasioni imperdibii

Fotografare sotto la pioggia è bello anche dopo, quando tutto è terminato. Spesso, in particolar modo in estate, dopo la pioggia filtrano raggi di sole che cambiano l’atmosfera attorno a voi, cercate di coglierli in fretta perchè speriranno in poco tempo.

Cambiano i colori e diventano tutto d’un tratto vivi. L’effetto del bagnato in strada e sugli oggetti colorati darà quel tocco di magia in più che renderà le vostre immagini spettacolari.

Concetratevi anche sugli oggetti piccoli, montate un obiettivo macro e andate ad immortalare la grandezza infinita di una semplice goccia d’acqua su una foglia. Potrà sembrare banale ma se trovate il soggetto giusto questa goccia diventerà la vera e propria protagonista dello scatto.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here