(Grand)Angolo delle ispirazioni – Paesaggi – Settimana 1/2020

250

Che siate accaniti viaggiatori o semplici turisti, sicuramente vi sarete spesso lasciati incantare da un bellissimi paesaggi di fronte a voi e sicuramente li avrete immortalati con una macchina fotografica.

È per questo che uno dei generi più diffusi (ed abusati) è sicuramente quello della fotografia paesaggistica. Non c’è fotografo al mondo, dall’amatore al professionista che, per un certo periodo della sua vita, non abbia dedicato del tempo allo studio e sviluppo di tecniche per fare foto di paesaggi naturali.

Serve un’atrezzatura particolare o la conoscenza di tecniche specifiche per poter riuscire a far buone foto paesaggistiche?La risposta è no, ma sicuramente ci sono alcuni piccoli consigli che ora vediamo.

Diaframma chiuso:

uno dei più importanti consigli nella fotografia paesaggistica è quello di lavorare con la massima profondità di campo possibile per poter avere a fuoco tutti i vari piani dell’inquadratura. Per ottenere una profondità di campo lunga dovete chiudere il diaframma il più possibile, impostando l’apertura almeno a F/11, meglio ancora F/16 o oltre.

Treppiede:

nella fotografia paesaggistica un buon treppiede è fondamentale. A volte vi ritroverete in condizioni di luce scarsa che vi obbligherà a tenere tempi di esposizione abbastanza lunghi e a mano libera non ce la farete mai! Anche se la luce sarà buona, il diaframma chiuso per avere tutto a fuoco vi farà comunque abbassare il tempo d’esposizione e di nuovo avrete bisogno di un treppiede per portare a casa un buon scatto.

Regola dei terzi:

se state fotografando un paesaggio con la linea dell’orizzonte mi raccomando controllate che sia dritta! Un orizzonte storto darà l’idea della perdita di equilibrio. Inoltre cercate di seguire la regola dei terzi (ripassate la lezione del corso di fotografia dove ne parlo) mettendo la linea dell’orizzonte a 1/3 o 2/3 dell’inquadratura, mai in mezzo!

Grandangolo:

per poter inquadrare più paesaggio possibile vi consiglio di usare un grandangolo che abbia una lunghezza focale NON oltre i 35mm.

Filtri:

nella fotografia paesaggistica l’utilizzo dei filtri è un qualcosa di quasi imprescindibile, sia per allungare i tempi di esposizione sia per eliminare i riflessi. È questo il motivo per cui i filtri più utilizzati nella paesaggistica sono i cosiddetti ND ed i polarizzatori. Anche di questi ne ho parlato per un’intera lezione nel corso.

Ecco quindi le 10 immagini di paesaggi da cui trarre massima ispirazione per i vostri prossimi scatti (o prossimi viaggi). Buona luce a tutti!!!

One day in Bagan by Puchong Pannoi on 500px.com

Universe by Nicolai Brügger on 500px.com

A good day by Marco Grassi on 500px.com

Aurora Forest by Arild Heitmann on 500px.com

strawberry greenhouses by Leyla Emektar on 500px.com

Badlands Bardenas by Carlos Santero on 500px.com

Ominous by Russ Francis on 500px.com

1000 Years by Christian Lim on 500px.com

Gobi curves by Daniel Kordan on 500px.com

Untitled by 蔬菜的糖果会  on 500px.com

© Riproduzione riservata