Le migliori immagini scientifiche dell'anno secondo "Nature"

Pubblicato il 26/12/2019


Il 2019 sarà ricordato come l'anno in cui l'umanità ha catturato la prima immagine di un buco nero. L'anno ha portato anche nuove immagini di alcune delle più piccole creature viventi della Terra e segni inquietanti del suo cambiamento climatico.

In questo articolo vedremo le immagini scientifiche più sorprendenti che hanno catturato l'attenzione dei giornalisti di Nature, una delle più antiche ed importanti riviste scientifiche esistenti, forse in assoluto quella considerata di maggior prestigio nell'ambito della comunità scientifica internazionale. Viene pubblicata fin dal 4 novembre 1869.

Nonostante la maggior parte delle riviste del campo siano oggi altamente specializzate, Nature è uno dei pochi giornali, insieme ad altri mensili quali Science e Proceedings of the National Academy of Sciences, che pubblica ancora articoli originali su svariati campi scientifici. Non perdiamoci in chiacchiere e godiamoci le migliori immagini scientifiche del 2019.

immagini scientifiche

La prima foto di un buco nero

La Event Horizon Telescope Collaboration ha svelato nel mese di aprile la prima immagine diretta di un buco nero e del suo orizzonte degli eventi. Il team ha utilizzato otto radio osservatori per catturare l'anello di luce intorno al buco nero al centro della galassia Messier 87. (© ETH Collaboration)


immagini scientifiche

Ghiaccio sottile

Questa veduta aerea del ghiaccio marino della Groenlandia orientale è stata catturata dal fotografo Florian Ledoux utilizzando un drone. Bassi livelli di copertura nevosa invernale, ondate di calore in primavera e un'estate soleggiata hanno contribuito nel 2019 a sciogliere in modo significativo la copertura glaciale in Groenlandia. (© Florian Ledoux)


immagini scientifiche

Cerchio di cellule

Ogni piccolo punto di questo cerchio rappresenta una delle circa 100.000 cellule dei macachi rhesus. Cellule con tratti simili si raggruppano insieme, e ogni colore rappresenta tessuti diversi come il timo e i linfonodi (blu) e il midollo osseo (rosso). (© Carly Ziegler, Alex Shalek, Shaina Carroll (MIT) and Leslie Kean, Victor Tkachev and Lucrezia Colonna (Dana-Farber Cancer Institute)/Wellcome Photography Prize 2019)


immagini scientifiche

Vai con il flusso

Ricercatori francesi hanno scolpito un labirinto di camere microfluidiche in un wafer di silicio per simulare la circolazione del sangue. Il biofisico Benoît Charlot dell'Università di Montpellier ha catturato questa immagine utilizzando un microscopio elettronico a scansione. (© Benoit Charlot/CNRS/IES Univ. Montpellier/Labex NUMEV)


immagini scientifiche

Piccole trombe

Gli stentoridi sono un gruppo di protozoi unicellulari d'acqua dolce. Questa immagine ha vinto il secondo premio al Nikon Small World Photomicrography Competition 2019, ed è stata scattata dal ricercatore Igor Siwanowicz, ingrandita 40 volte, presso il campus di ricerca Janelia Research Campus dell'Howard Hughes Medical Institute di Ashburn, Virginia. (© Dr. Igor Siwanowicz)


immagini scientifiche

Cacciatori di miele

Lizzy Brown (caporedattore media). Questa incredibile immagine di raccoglitori di miele che penzolano precariamente dal bordo di una scogliera, circondati da api e fumo, ha catturato la mia attenzione. I raccoglitori, che vivono nel sud della Cina e appartengono all'etnia Lisu, rischiano la vita per raccogliere il prezioso miele dagli alveari delle api. Anche se sono attenti a non raccogliere troppo miele in una sola volta, questa pratica tradizionale è minacciata dalla diminuzione delle popolazioni di api, dovuta all'uso massiccio di pesticidi e al riscaldamento globale. (© Kevin Frayer/Getty)


immagini scientifiche

Il sonnellino della foca

Jessica Hallett (media editor associato). "Sleeping like a Weddell" è stata la mia immagine preferita del concorso Wildlife Photographer of the Year di quest'anno, organizzato dal Natural History Museum di Londra. Dopo aver visto migliaia di immagini strazianti di cambiamenti climatici, distruzione e devastazione, scoprire questa foto di una foca di Weddell - un'immagine che esprime pace e innocenza - è stata una boccata d'aria fresca. Mi ha ispirato e ha riacceso la mia passione per il nostro mondo naturale. (© Ralf Schneider)


immagini scientifiche

Minuscolo dramma

Questa microstruttura simile a una rete è fatta di grassi lasciati dopo che i ricercatori hanno fatto evaporare una goccia di 1 microlitro di whisky bourbon diluito. I grassi si dissolvono in bevande alcoliche ad alta gradazione, ma fanno diventare torbido il liquido quando si aggiunge dell'acqua. (© Stuart J. Williams)


C'è nessuno in casa?

Un pesce esplora un anemone di mare sbiancato nel Mar Rosso, al largo delle coste dell'Arabia Saudita. Come i coralli, gli anemoni formano rapporti simbiotici con le alghe, che si interrompono quando gli oceani diventano troppo caldi. Gli anemoni espellono le alghe e diventano incolori (© Morgan Bennet Smith)


Coraggiose

Petronella Chigumbura fa parte dell'Akashinga, o "coraggiose", un'unità anti bracconaggio tutta al femminile che pattuglia la Phundundu Wildlife Area di Phundundu nello Zambesi, dove il bracconaggio degli elefanti è comune. (© Brent Stirton/Getty)


Buone vibrazioni

Questa immagine a falsi colori mostra le onde d'urto prodotte dall'aereo supersonico US T-38 Talon, ed è stata scattata dallo staff della NASA da un aereo sovrastante utilizzando una tecnica sperimentale. Mostra i rapidi cambiamenti nella pressione dell'aria responsabili dei boati sonici. I dati aiuteranno gli ingegneri aeronautici a progettare aerei supersonici più silenziosi. (©NASA)


Fuori dal guscio

Questa visualizzazione fluorescente di un embrione di tartaruga ha vinto la Nikon Small World Photomicrography Competition 2019. Teresa Zgoda e Teresa Kugler hanno raccolto e unito centinaia di immagini stereomicroscopiche di un embrione lungo circa 2,5 centimetri. (© Teresa Zgoda e Teresa Kugler)


Donne spaziali

L'astronauta Christina Koch ha scattato questa foto della navicella spaziale Soyuz con a bordo la collega della NASA Jessica Meir mentre si avvicinava alla Stazione spaziale internazionale (ISS). Il 18 ottobre le due astronaute hanno effettuato la prima passeggiata spaziale tutta al femminile per riparare una batteria difettosa sulla ISS. (© Christina Koch/NASA)