La meraviglia della natura nel volo coordinato degli stormi

87

storni

A volte in natura accadono cose che sembrano troppo belle per essere vere, perfette coincidenze che ci mostrano la bellezza e la meraviglia del mondo che ci circonda.

Uno di questi episodi è accaduto poco tempo fa sulla Costa Brava, nel nord-est della Spagna, quando un numero infinito di stormi si è radunato in un enorme stormo mutevole al calar del sole. Questo fenomeno è un vero spettacolo, con migliaia di uccelli che si muovono e si torcono in quello che sembra essere un singolo organismo coordinato che può trasformarsi rapidamente in forme sorprendenti.

Il fotografo tedesco Daniel Biber ha avuto la fortuna (e la bravura) di essere lì quando gli stormi hanno iniziato a ruotare e girare, molto probabilmente disturbati da un predatore (proabilmente un falco) nelle vicinanze. Era quasi soprannaturale che, in risposta al predatore, la nube di stormi finisse per contorcersi e trasformarsi come a dire al loro tormentatore: “noi siamo più grandi di te”.

storni

Le foto che vedete in questo artiolo hanno fatto vincere al fotografo tedesco un importante premio in una competizione fotografica internazionale, ma l’assurdità è che Daniel Biber non si è reso conto di cosa aveva fotografato finchè non è arrivato a casa e ha scaricato le foto sul suo PC.

“Solo quando ho controllato le immagini sul computer in seguito, ho realizzato quale formazione avevano creato gli stormi”, ha detto il fotografo. “Ero così concentrato a fotografare che non mi ero reso conto che gli stormi avevano creato un uccello gigantesco nel cielo” (vedi immagine all’inizio dell’articolo)

Non solo direi io, basta guardare le immagini sotto per vedere svariate forme come pesci, colombe e tutto quello che la fantasia può suggerirvi. La natura è veramente incredibile!

“E’ stata ripagata la mia pazienza” dice Biber che aveva provato a fotografare gli storni anche nei 4 giorni precedenti. “Ho provato a fotografare gli stormi ma non ha mai funzionato come speravo”, ha detto. “Alla fine sono arrivato al punto ogni giorno per quattro giorni di seguito per catturarli. Ho scelto un punto in cui pensavo che si sarebbero presentati e scelto un primo piano e uno sfondo corrispondenti per metterli in scena. Sono stato bravo ma anche fortunato”.

storni storni storni storni storni

 

© Riproduzione riservata