Peter Stewart – Confessione di un fotografo

208

Confessione di un fotografo

Peter Stewart, confessione di un fotografo: “Vi presento i miei paesaggi senza photoshop”.

Fotografo di fama internazionale, Peter Stewart è molto attivo e conosciuto sui vari social network, in particolar modo su 500px, Flickr e Instagram.

Proprio da qua è partita la sua avventura e la sua fortuna nell’ultimo progetto che ha chiamato “before and after”: una serie di scatti paesaggistici dove Peter mostra l’immagine originale, così com’è uscita dalla macchina fotografica e lo scatto finale dopo una post produzione fatta in photoshop.

“Mi piace approcciarmi alla fotografia digitale con un occhio fantastico e surreale”, spiega Peter. E le foto di questo progetto ne sono un esempio. “Mi rendo conto che il mio stile possa non essere condiviso da tutti i fotografi. Ma questi sono degli esempi pensati per mostrare cosa è possibile fare con la potenza di Photoshop”.

Peter ha usato la tecnica del Bracketing, scattando per ogni immagine 3 scatti per poter catturare i dettagli sia delle ombre che delle luci, ha infine unito i 3 scatti e ha reso i colori decisamente più brillanti.

I puristi della fotografia ora storceranno il naso ma sappiate che nessuna macchina fotografica potrà arrivare mai a vedere ciò che vedono i nostri occhi per cui, se si vuole riportare le condizioni di luce, colori, cromie e tutte le sensazioni provate durante lo scatto sappiate che è impossibile non utilizzare la postproduzione con photoshop.

Si tratta solo di non eccedere nel “pacchiano” e di dare all’immagine finale un aspetto piacevole alla vista e non piatto come quello che solitamente esce dalle nostre fotocamere.

Attendo il vostro parere…

Confessione di un fotografo Confessione di un fotografo Confessione di un fotografo Confessione di un fotografo Confessione di un fotografo Confessione di un fotografo Confessione di un fotografo Confessione di un fotografo Confessione di un fotografo Confessione di un fotografo

© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here