Sebastião Salgado lancia un appello per salvare le popolazioni indigene dell’amazzonia

818

popolazioni indigeneAvendo sofferto di foreste incendiate, fiumi avvelenati e invasione delle loro terre riservate per colpa della deforestazione, la popolazione indigena brasiliana ora rischia la decimazione da Covid-19 a meno che non vengano prese misure urgenti per proteggerle.

Il fotografo brasiliano Sebastião Salgado, che ha lavorato tra le tribù amazzoniche negli ultimi dieci anni, e la moglie Lélia Wanick Salgado, che progetta i suoi libri e le sue mostre, fanno appello alle autorità governative, congressuali e giudiziarie del Brasile affinché agiscano rapidamente per evitare il contagio di queste comunità remote che non hanno accesso alle strutture sanitarie e vivono in condizioni d’igiene precaria.

Salgado ha creato una petizione online che in tre giorni ha già raccolto quasi 200mila firme, tra cui quelle illustri di Ai Weiwei, Norman Foster, Meryl Streep, Oprah Winfrey e Pedro Almodovar. Di seguito il testo della lettera inviata da Salgado a Bolsonaro.

popolazioni indigene

Le popolazioni indigene del Brasile affrontano un’estrema minaccia alla loro stessa sopravvivenza a causa della pandemia di coronavirus. Cinque secoli fa, questi gruppi etnici furono decimati da malattie portate dai colonizzatori europei. Da allora, successive crisi epidemiologiche hanno ucciso la maggior parte delle loro popolazioni. Ora, con questo nuovo flagello che si sta diffondendo rapidamente in tutto il Brasile, i popoli indigeni, come quelli che vivono isolati nel Bacino dell’Amazzonia, potrebbero essere completamente spazzati via poiché non hanno difese contro Covid-19.

La loro situazione è doppiamente critica perché i territori riservati dalla legge per l’uso esclusivo delle tribù indigene vengono ora invasi da minatori, taglialegna e allevatori di bestiame. Queste attività illecite sono accelerate nelle ultime settimane perché le autorità brasiliane incaricate di proteggere queste terre sono state immobilizzate dalla pandemia. Di conseguenza, senza nulla che protegga le popolazioni indigene da questo virus altamente contagioso, ora affrontano il rischio reale di genocidio causato da infezioni causate da intrusi illegali nelle loro terre.

Tale è l’urgenza e la gravità della crisi che, come amici del Brasile e ammiratori del suo spirito, cultura, bellezza, democrazia e biodiversità, facciamo appello al Presidente del Brasile, a Sua Eccellenza, Sig. Jair Bolsonaro, leader del Congresso e della Magistratura prendere misure immediate per proteggere le popolazioni indigene del paese da questo devastante virus.

Queste popolazioni indigene fanno parte della straordinaria storia della nostra specie.
La loro scomparsa sarebbe una tragedia estrema per il Brasile e un’immensa perdita per l’umanità. Non c’è tempo da perdere.

Rispettosamente,

Sebastião Salgado
Lélia Wanick Salgado”

Se vuoi firmare anche tu questa petizione, vai sul sito di avaaz a questo indirizzo.

Occasione -21%
Sebastião Salgado. Genesi
  • Lélia Wanick Salgado (Author)
© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here