Sei ubriaco e guidi un drone? In Giappone vai in carcere 1 anno!!!

Pubblicato il 18/06/2019


giappone

In tutto il mondo le normative sui droni sono ancora in alto mare, la diffusione e la popolarità di questi veivoli negli ultimi anni  è stata talmente veloce da prendere in controtempo i vari governi ed enti che non sono riusciti a scrivere regolamenti chiari da dover rispettare.

C'è però un paese che si è messo avanti ed è riuscito, in poco tempo, a scrivere una normativa tra le più chiare e snelle al mondo sull'utilizzo di droni. Questo paese è il Giappone!

Oltre alle principali regole tra le quali: volare non oltre i 150 metri di altezza, stare lontano dagli aeroporti e dalle aree urbane, volare solo di giorno e sempre tenendo in vista il veivolo, da qualche giorno è stata introdotta una regola ferrea che può far sorridere: VIETATO GUIDARE DRONI IN STATO DI EBBREZZA!!!

Esattamente come per le autovetture, la nuova legge prevede il divieto di pilotare droni in condizioni di scarsa lucidità mentale. Le persone scoperte a pilotare droni sotto l'effetto di alcool o stupefacenti rischiano sino ad 1 anno di carcere e una multa di 2500 euro!

E' una legge che può sembrave ovvia ma che, ad oggi, non era presente in nessun regolamento. Il Giappone ha voluto mettere in chiaro tutto ciò sperando di ridurre i rischi causati da comportamenti superficiali di "pseudo" piloti di droni sempre più irresponsabili.

amazon