Ecco la foto astronomica dell'anno, Andromeda Unexpected

16 set 2023
681

Un team di astrofili amatoriali ha vinto il prestigioso premio fotografico di quest'anno con una foto di un enorme arco di plasma vicino alla Galassia di Andromeda. Questa struttura potrebbe essere la più grande del suo genere nell'ambiente locale dell'Universo.

Il giudice e astrofotografo László Francsics ha elogiato l'immagine, affermando che è sia spettacolare che preziosa. L'Osservatorio Reale di Greenwich ha anche premiato due ragazzi cinesi di 14 anni con il premio Young Astronomy Photographer of the Year.

Questa notizia è importante perché dimostra che l'astrofotografia amatoriale può produrre risultati di altissimo livello. Inoltre, la scoperta di questa nuova nube di gas potrebbe aiutarci a comprendere meglio l'evoluzione delle galassie.

Scopri anche tu le meraviglie del cielo con un telescopio nel tuo giardino!

I fotografi hanno catturato con successo i colori vibranti della nebulosa e il cluster stellare incastonato al suo interno.

Il premio Young Astronomy Photographer of the Year è destinato a persone di età inferiore ai 16 anni.

I giudici hanno esaminato oltre 4.000 immagini provenienti da tutto il mondo.

Le immagini sono esposte in una mostra al National Maritime Museum di Londra a partire da sabato.

Inoltre, possiamo aggiungere che la Nebulosa della Running Chicken è un oggetto affascinante, poiché presenta una forma simile a un pollo che corre. Il cluster stellare Collinder 249 è uno dei più grandi e luminosi del suo tipo nella costellazione del Centauro.

Questa straordinaria immagine di Andreas Ettl mostra le aurore boreali riflesse sulla spiaggia di Skagsanden, nelle isole Lofoten, in Norvegia.

Le montagne sullo sfondo sono le Hustinden, che sembrano essere circondate dalle aurore.

Ethan Chappel ha immortalato questa immagine da Cibolo, Texas, USA, che rappresenta un'occultazione di Marte avvenuta l'8 dicembre 2022.

Durante l'occultazione, la Luna si è spostata davanti al pianeta Marte, offrendo l'opportunità unica al fotografo di catturare entrambi gli oggetti celesti nella stessa inquadratura.

L'immagine raffigura Marte posizionato dietro la parte meridionale della Luna, mostrando dettagli sorprendentemente nitidi del pianeta rosso dietro al profilo lunare.

Prova a fotografare la luna dal tuo terrazzo!

Questa immagine, scattata da Canberra, Australia, ritrae una densa e oscura nube molecolare che ha la forma di un lupo, conosciuta come Nebulosa del Lupo o Nebulosa Fenrir.

Il fotografo, James Baguley, ha optato per un'immagine senza stelle per mettere in risalto il magnifico sfondo rosso. Questo sfondo è caratterizzato da una fitta cortina di gas idrogeno.

Eduardo Schaberger Poupeau ha realizzato questa straordinaria immagine del Sole scattata da Rafaela, Santa Fe, in Argentina.

L'immagine mette in evidenza un imponente filamento solare che ricorda la forma di un punto interrogativo. I filamenti solari sono archi di plasma presenti nell'atmosfera del Sole, la cui forma è determinata dai campi magnetici. La fotografia è composta da un mosaico di due pannelli, uniti perfettamente per mostrare la grandiosità e dettaglio del fenomeno.

Gli "Sprites" sono un fenomeno di luminescenza atmosferica estremamente raro, che si manifesta con un aspetto simile ai fuochi d'artificio.

Angel An ha immortalato questo spettacolare fenomeno in una fotografia scattata dalla cresta più elevata delle montagne dell'Himalaya, precisamente presso il Lago Puma Yumco, in Tibet. Questo luogo, con la sua altitudine e lontananza dalle luci artificiali, offre un punto di osservazione ideale per catturare eventi atmosferici così unici e affascinanti.

Un'altra delle immagini preferite dai giudici è stata quella di Marcel Dreschsler. La fotografia immortala una nebulosa galattica precedentemente sconosciuta, al cui interno si trovano una coppia di stelle circondate da un involucro comune, aggiungendo un'ulteriore entusiasmante scoperta alla lista delle immagini premiate.

La parte più settentrionale della costa atlantica della Namibia è una delle coste più pericolose del mondo, ed è stata ribattezzata come la Costa degli Scheletri.

La nave in questa foto, la Zeila, è stata arenata il 25 agosto 2008 ed è ancora in uno stato di conservazione notevolmente buono.

L'immagine, scattata da Vikas Chander, mostra i delicati colori dei diversi tipi di stelle nel cielo sopra il relitto.
Questa tecnica fotografica, nota come "Star trails" consiste nel catturare il movimento apparente delle stelle nel cielo notturno a causa della rotazione terrestre. Questo metodo produce delle linee o delle curve di luce che rappresentano il percorso delle stelle attraverso il cielo durante un determinato lasso di tempo.

Acquista un treppiede per realizzare una foto come questa

Un'immagine di Giove, scattata 30 minuti dopo il suo passaggio al meridiano, è stata realizzata da Marco Lorenzi a Singapore.

La Grande Macchia Rossa e molti dettagli della turbolenta atmosfera, composta principalmente da gas idrogeno ed elio, sono chiaramente visibili, inclusi diversi tempeste più piccole.
E' una gigantesca tempesta anticolica situata nell'atmosfera di Giove, ed è uno dei tratti più distintivi e riconoscibili del pianeta. Ha dimensioni impressionanti. È abbastanza grande da coprire circa due o tre volte il diametro della Terra, è stata osservata per la prima volta oltre 400 anni fa, il che suggerisce che è almeno così vecchia, anche se potrebbe esistere da molto più tempo.

Il complesso Sh2-132 si trova vicino al confine tra le costellazioni di Cefeo e Lucertola e al suo interno ospita diverse strutture del cielo profondo.

La fotografia realizzata da Aaron Wilhelm non è solo un semplice scatto, ma è il risultato di ben 70 ore di dati raccolti. Questa mole di informazioni mette in luce l'incredibile interazione tra i vari gas presenti, rivelando, ogni volta che si osserva l'immagine, nuovi dettagli e sfaccettature che prima potevano passare inosservate. La bellezza dell'opera risiede nella sua capacità di mostrare l'infinita complessità e varietà dell'universo in cui viviamo.

Utilizzando materiale audio dal "Chandra Sonification Project" della Nasa (Osservatorio a raggi X Nasa Chandra, maggio 2022), John White ha catturato visivamente il suono del buco nero situato al centro della Galassia di Perseo.

Il progetto Chandra Sonification è un'iniziativa di NASA che trasforma i dati raccolti dal telescopio Chandra X-ray Observatory in suoni. Il progetto è stato avviato nel 2020 come risposta alla pandemia di COVID-19, che ha interrotto il progetto di modellazione e stampa 3D dell'CXC con membri della comunità cieca e ipovedente. Le sonificazioni, essendo completamente digitali, erano un altro modo per lavorare con i partner della comunità durante un periodo di isolamento fisico.

Il progetto è guidato da un team di scienziati, musicisti e artisti che collaborano per creare suoni che riflettano le proprietà fisiche dei dati astronomici. Ad esempio, i dati X-ray possono essere mappati a diversi toni, con i toni più alti che rappresentano le regioni più calde. Le sonificazioni possono anche essere utilizzate per evidenziare i movimenti e le interazioni tra gli oggetti astronomici.

Ad oggi, il progetto Chandra Sonification ha prodotto sonificazioni di una varietà di oggetti astronomici, tra cui galassie, nebulose, supernovae e buchi neri. Le sonificazioni sono disponibili sul sito web del Chandra X-ray Observatory e possono essere ascoltate su computer, smartphone e tablet.

L'audio è stato riprodotto attraverso un altoparlante sul quale White ha attaccato una piastra di Petri, oscurata sul fondo e poi riempita con circa 3 mm (0,11 pollici) d'acqua.

Utilizzando un obiettivo macro e una luce ad anello in una stanza buia, White ha sperimentato con l'audio e diversi volumi per esplorare i vari modelli formati nel liquido.


Tutte le immagini sono protette dal copyright
Fonte: BBC

Potrebbe interessarti anche