Ecco la più "classica" delle Mirrorless: Nikon Zf

21 set 2023
829

Ci siamo! Nikon, che pian pianino, da sorniona ed apparentemente ai margini del mercato, sta tornando prepotentemente nei negozi, ha presentato la nuova mirrorless.

Capace di unire uno stile “classico” a tecnologia avanzata e prestazioni superiori. Il design elegante, stiloso e sofisticato della nuova Nikon Z f riporta alla mente l'iconica Nikon FM2 del 1982, una delle fotocamere a pellicola più famose del noto brand giapponese.

La Zf di Nikon è una fotocamera mirrorless full-frame con uno stile classico, costruita attorno a un sensore BSI CMOS da 24MP. È progettata per imitare l'aspetto della reflex FM2 dell'azienda risalente ai primi anni '80, il che significa che diventa effettivamente la controparte full-frame della fotocamera APS-C Z fc dell'azienda.

Specifiche principali:

  • Sensore BSI CMOS full-frame da 24MP
  • Stabilizzazione dell'immagine integrata nel corpo con valutazione fino a 8EV
  • Modalità Monocromo dedicata
  • Fino a 14fps in scatto continuo (JPEG), 11 fps in Raw
  • Modalità 'C30' solo JPEG a 30fps con funzione pre-burst
  • Sistema AF con tracking e riconoscimento di 9 tipi di soggetti
  • Video 4K/60 da acquisizione 6K con registrazione in 10-bit N-Log
  • Modalità ad alta risoluzione da 32 scatti per ottenere immagini da 96MP
  • Slot per schede SD e MicroSD La Zf 

Sensore/Processore:

Nikon non sostiene che il sensore BSI CMOS da 24MP della Zf sia nuovo e, oltre a una copertura AF più ampia, molte delle sue prestazioni sembrano coincidere con il sensore anziano ma molto apprezzato della Z6 II.

L'adozione del più recente processore "Expeed 7" porta però notevoli cambiamenti. Per cominciare, introduce il riconoscimento del soggetto nel sistema AF della fotocamera e un'implementazione simile alla Z9 del '3D Tracking' dell'azienda, insieme al sistema di riconoscimento di 9 tipi di soggetti. Inoltre, c'è una riduzione del rumore sensibile al contesto che "liscia" in modo più aggressivo le aree che sembrano non avere dettagli. 

È questa riduzione del rumore nei file JPEG e HEIF che ha convinto Nikon a permettere all'ISO della fotocamera di espandersi fino a 204.800 (anche il limite non espanso aumenta a 64.000).

Il passaggio al processore più recente permette anche alla Zf di catturare file Raw compressi con il sistema di compressione ad alta efficienza che abbiamo visto per la prima volta sulla Z9.

Ci sono stati dati vari numeri sulla velocità di scatto continuo della fotocamera, con 11fps apparentemente la velocità massima in Raw (nella modalità Continuous High Extended, che sospettiamo non includa aggiornamenti della visualizzazione in diretta tra gli scatti) e fino a 15 o 14fps a seconda dell'uso dell'otturatore elettronico o meccanico per la modalità JPEG. C'è anche una modalità 'C30' solo JPEG che utilizza un flusso video per scattare immagini a 30fps, con un'opzione di pre-scatto simile a quella della Z8 e Z9.

Scopri la gamma degli obiettivi professionali Nikon mirrorless

Modalità B&W:

Occupando una posizione propria sul controllo che seleziona tra scatti e registrazione video, la modalità bianco e nero della fotocamera offre una scelta di profili mono, tra cui un 'Flat mono' a basso contrasto e un 'Deep tone mono' che accentua i dettagli rossi nella scena. Questi profili possono essere applicati sia alle immagini fisse che ai video, sottolineando l'attenzione di Nikon al processo creativo.

Capacità video:

A differenza della Df, che prometteva purezza fotografica omettendo qualsiasi caratteristica video, la Zf è una macchina video abbastanza capace. Può girare fino a 4K/60 da un ritaglio APS-C (DX in termini Nikon) del sensore o può catturare 4K fino a 30p dalla larghezza pixel completa di 6K del suo sensore.

La fotocamera che abbiamo utilizzato era in pre-produzione, ma l'otturatore a scorrimento di 22ms che abbiamo misurato per la cattura a 30p è coerente con il sensore esistente nei modelli Z6. Dubitiamo che sia una coincidenza che anche i modelli Panasonic S5 II debbano ritagliare in una regione APS-C per offrire una cattura a 60p, mostrando velocità di lettura simili.

Aggiunge anche forme d'onda, che aiutano quando si cerca di valutare l'esposizione per il video, soprattutto ora che abbiamo una cattura interna a 10 bit, permettendo la registrazione Log.

Acquista una scheda SD capiente e professionale

Pixel shift multi-scatto:

Nikon entra nelle file dei produttori di fotocamere che utilizzano il suo sistema di stabilizzazione dell'immagine per offrire una modalità pixel shift multi-scatto, spostando il sensore di gradi precisi per garantire la cattura di ogni colore in ogni posizione del pixel o in frazioni di un pixel per aumentare la risoluzione dell'immagine di output. Il sistema Nikon offre quattro modalità, tutte le quali richiedono purtroppo che i file Raw vengano combinati in un software desktop: una modalità a 4 scatti che cattura il colore completo in ogni pixel, una modalità a 8 scatti che fa lo stesso due volte, per migliorare ulteriormente la qualità tonale e il rumore, una modalità a 16 scatti che aumenta anche la risoluzione dell'immagine a 96MP, e poi una versione a 32 immagini che raddoppia anche questa.

Serve un treppiede professionale per ottenere il meglio da questa tecnica fotografica,

clicca qui per scoprire i migliori treppiedi del momento 

Stabilizzazione dell'immagine collegata al punto AF:

Mentre le aziende cercano di massimizzare le prestazioni dei loro sistemi IS, sta diventando sempre più difficile offrire ulteriori miglioramenti. Nikon afferma che le prestazioni della Zf sono state migliorate collegando il sistema IS al punto di messa a fuoco scelto.

La logica è che i movimenti di pitch e yaw (inclinazione su/giù e rotazione a sinistra e a destra) causano spostamenti maggiori dell'immagine lontano dal centro, in particolare quando si utilizzano obiettivi grandangolari. Il sistema IBIS della Zf può utilizzare il punto AF scelto come punto centrale delle sue correzioni, piuttosto che il centro dell'immagine, aiutando a fornire una stabilizzazione più efficace quando si utilizzano punti AF fuori centro con obiettivi grandangolari. Questo approccio dovrebbe aiutare a mantenere la nitidezza nel punto su cui si è messi a fuoco, aiutando la fotocamera a raggiungere la sua valutazione di stabilizzazione di 8EV, quando testata secondo lo standard CIPA.


Con chi compete:

Da oggi la Nikon Z f è disponibile a partire da € 2.499, in pre-ordine, un range in cui sono disponibili molte opzioni full-frame veramente interessanti. Ciò che è interessante notare è che, mentre il suo stile porta qualcosa che non si ottiene dai suoi concorrenti immediati, Nikon non ha utilizzato questo come scusa per offrire caratteristiche inferiori.

Il confronto che salta subito in mente è quello con la gamma Fujifilm...vedremo come risponderanno!


Potrebbe interessarti anche